IL CAVALIERATO DI SAN BERNARDO: ORDINE AL MERITO

IL CAVALIERATO DI SAN BERNARDO: ORDINE AL MERITO

Riunione dei Cavalieri di San Bernardo in Seborga (23 Aprile 1997). Al centro il Gran Maestro dell’Ordine che per statuto è il Principe di Seborga in carica.

Il Cavalierato di San Bernardo è un ordine al merito del Principato di Seborga, così come l’Ordine dei Cavalieri della Corona.

Si tratta di un Ordine costituito da S.A.S. Giorgio I° Carbone non nella sua veste di Gran Maestro del Venerabilis Ordo Sancti Sepulchri (carica ricoperta fino all’anno 1999) e neppure di Gran Priore del Venerabilis Equester Ordo Sacri Principatus Sancti Sepulchri (dal 2000 al 25-Nov-2009) ma nel suo ruolo di Principe di Seborga.

Manifestazione ufficiale del Principato di Seborga . A dx il Principe Giorgio Carbone, al centro due cavalieri di San Bernardo.

Va pertanto ricordato che l’Ordine di San Bernardo non è un ordine cavalleresco di derivazione templare ma un ordine al merito del Principato di Seborga finalizzato alla difesa del suolo del Principato e della persona del Principe pro tempore.

Infatti diverse sono le finalità, le tradizioni ed i riferimenti storici e spirituali. Nell’Ordine Cavalleresco il rito di investitura avviene in Chiesa, alla presenza di un Cappellano. Il cavaliere del tempio è un cristiano praticante che chiede di entrare. Nell’Ordine di San Bernardo è il Principe che nomina il Cavaliere a causa di sue specifiche caratteristiche  emeriti nei confronti del Principato. Per intenderci il VOSS fa parte della porzione spirituale di Seborga mentre il San Bernardo della porzione politica.

Entrano  a fare parte dell’Ordine di San Bernardo persone che si siano distinte nella vita lavorativa, di integra moralità, le quali si rendano disponibili per proteggere il Principato in generale, il suo palazzo e la persona fisica del Principe di Seborga in particolare, come bene espresso dagli articoli qui sotto citati dallo Statuto dell’Ordine.

I Cavalieri di San Bernardo di Chiaravalle sono di nomina da parte del Principe sovrano.

Questi cavalieri svolgono un ruolo importante per il Principato in quanto sono le  “ Guardie d’onore del Principato“. Queste persone, nel corso di una cerimonia laica che si tiene in Seborga, giurano fedeltà assoluta ed obbedienza totale al Principe in carica.

La loro divista prevede un mantello bianco bordato di rosso con croce sul petto posta sul lato sinistro. La croce dell’ordine è trifogliata, in smalto bianco, con asta dorata lunga che termina a punta, cromata di rosso. Il mantello dovrà esssere indossato su di un abito scuro, da cerimonia.

L’art. 4 dello Statuto recita:

 “L’Ordine è presieduto dal Principe di Seborga, che ha il titolo di Gran Maestro.  Allo scadere del proprio mandato il Principe trasferisce titolo ed insegne al Principe nuovo eletto, ed assume ope legis il grado di Grande Ufficiale dell’Ordine“.

L’art. 5 non lascia dubbi circa gli scopi dell’Ordine. Esso infatti recita:

 “Gli Scopi dell’Ordine cavalleresco di San Bernardo di Chiaravalle sono:

1) difendere sempre e comunque la persona del Principe;

2) mantenere e provvedere alla difesa del Palazzo e del territorio assumendo il comando delle Guardie d’Onore del Principato;

3) esaltare la vita spirituale dell’uomo nelle sue più nobili espressioni;

4) conservare e difendere gli ideali cavallereschi di giustizia e di solidarietà;

5) assistere in tutto il mondo, con spirito cristiano, deboli e bisognosi e quanti sono vittime di soprusi e violenze;

6) dare sempre e comunque esempio di onestà e probità, nella vita pubblica ed in quella privata.”

2018-01-06T00:13:00+00:00 20 Agosto 2010|ARCHIVIO, VARIE|