L’ORDINE DI SAN MAURIZIO E LAZZARO

L’ORDINE DI SAN MAURIZIO E LAZZARO

Si tratta di un Ordine di Casa Savoia. Esso nasce dalla fusione dell’Ordine Cavalleresco e Religioso di san Maurizio e dell’Ordine per l’Assistenza ai Lebbrosi di san Lazzaro.

L’Ordine cavalleresco di San Maurizio e Lazzaro nasce nel 1572 per volere del duca Emanuele Filiberto di Savoia il quale, dopo avere ricevuto il benestare dalla Chiesa Romana con Bolla di Papa Gregorio XIII del 16 Settembre 1572,  fuse l’Ordine di San Lazzaro (Ordine ospitaliero istituito nel sec. XII°) con quello di San Maurizio (istituito nel 1434 dal duca Amedeo VIII di Savoia).

Insegna di commendatore dell’Ordine di Maurizio e Lazzaro

Inizialmente, e fino al 1851, i cavalieri appartenevano a due ranghi distinti: i “Cavalieri di Giustizia” ed i “Cavalieri di Grazia”. I primi erano i cavalieri provenienti da famiglie nobili, i secondi non lo erano  ma avevano guadagnato il titolo di Cavaliere per benemerenze verso l acasa Savoia.
Per tutti i cavalieri correva l’obbligo di appartenere alla religione cattolica e lo stesso dicasi per gli ascendenti. Inoltre il cavaliere doveva essere sano di mente e di corpo, avere superato i 17 anni d età, non essere bigamo, non avere commesso omicidio o reati gravi, essere libero, non avere debiti.
All’atto della ammissione i cavalieri dovevano proferire tre voti:
• umile e fedele obbedienza al Gran Maestro,
• castità almeno coniugale,
• carità verso i lebbrosi.
Nel caso in cui il cavaliere non avesse potuto eseguire quanto richiesto dal Gran Maestro a causa di un legittimo impedimento, lo stesso si impegnava a contribuire economicamente nella misura stabilita dal Gran Maestro.

2018-01-06T09:55:31+01:00 15 Maggio 2011|VARIE|