14 OTTOBRE 2012 – INTERVISTA AL MAESTRO GENERALE DEL V.O.S.S.

14 OTTOBRE 2012 – INTERVISTA AL MAESTRO GENERALE DEL V.O.S.S.

Intervista effettuata al Maestro Generale fra Diego Beltrutti il 14 Ottobre 2012.

Gentile Maestro, grazie per avermi concesso questa intervista in occasione del vostro Convento Generale di Ottobre. La prima domanda che vorrei farle è: “ma non rischiate di creare confusione chiamandovi Ordo Sancti Sepulchri e cioè Ordine del Santo Sepolcro?”

R.: Affatto. L’Ordine del Santo Sepolcro Gerosolimitano (o di Gerusalemme), al quale credo lei si riferisca, nasce come gemmazione (ma meglio sarebbe dire spaccatura) dal Venerabilis Ordo Sancti Sepulchri all’epoca di Papa Alessandro VI de Borja. Ciò avveniva nel 1496 dopo il tentativo papale di porre l’Ordine sotto il comando del figlio Cesare. Quindi noi eravamo già operativi da oltre un secolo quando alcune priorie dell’Ordine decidevano di passare sotto il papa creando di fatto una spaccatura dell’Ordine. Questo nuovo gruppo aggiungeva alla dizione di Ordine del Santo Sepolcro la specifica di Gerosolimitano.
Noi non siamo interessati a discorsi vuoti di primogenitura o di antecedenze tuttavia la storia è qualche cosa che non si può negare, né ignorare, come non si può negare che Papa Alessandro VI avesse una alta considerazione di Seborga, del suo Ordine e del suo Principato, tanto da definirlo “stato morale della Chiesa”.

Maestro, quando apro internet vedo una miriade di siti di altrettanti Ordini. “In mezzo a così tanti Ordini voi come riuscite a fare emergere il fatto che voi siete diversi?”

R.: Semplice. Noi non partecipiamo a sagre di paese, non partecipiamo  a feste folkloristiche, non organizziamo feste della birra né cerchiamo di rifilare prodotti finanziari come fanno alcuni. Noi siamo severi e rigorosi con noi stessi ma anche dolci e gentili con il nostro prossimo. L’etica ed il comportamento di ogni nostro cavaliere è il nostro biglietto da visita. Non si entra nell’Ordine perché uno lo desidera. Non soltanto per ciò. Non certo per secondi fini. Il soggetto deve possedere requisiti specifici: una grane fede in Gesù Cristo e volere testimoniarla nella vita di ogni giorno. La capacità di obbedire, di essere caritatevole, di essere giusti sono altre prerogative. Noi preferiamo partecipare ad incontri religiosi, studiare e pubblicare libri, finanziare progetti di assistenza dell’Ordine.

Gentile Maestro, mi conceda ancora un’altra domanda. Potrebbe spiegare ai lettori: “perché a Seborga negli ultimi anni abbiamo assistito alla fondazione di nuovi ordini?”

R.: Nell’anno 2000 il Gran Maestro Giorgio Carbone, decideva che fosse venuto il tempo di riformare e di rendere meno rigida l’appartenenza al Venerabilis Ordo Sancti Sepulchri. Nasceva cosi, dal Venerabilis Ordo Sancti Sepulchri (o V.O.S.S.) il V.E.O.S.P.S.S. Sotto la sua guida il V.E.O.S.P.S.S. progredisce per circa nove ani e cioè fino al 2009, anno della sua morte.

Carta di sospensione del V.E.O.S.P.S.S. a tempo indeterminato

Dopo tale data, veniva eletto  alla carica di Gran Priore fra Diego Beltrutti, all’unanimità. Dopo solo un anno il uovo Gran Priore si accorgeva che alcuni cavalieri stavano portando avanti interessi difformi dalla missione originaria dell’Ordine. In quello che ritengo fosse un tentativo di impossessarsi dell’Ordine, alcuni cavalieri non esitavano a diffamare ed a mettere in cattiva luce l’operato del Gran Priore. Per la verità, tentativi di questo tipo sono già avvenuti alcune volte nei secoli passati e pertanto non costituiscono una novità. In passato essi e sono sempre terminati con una scissione e con un rigido ritorno verso la missione originaria. Siccome riteniamo che l’Ordine non debba occuparsi di commercio o di gestioni finanziarie ma di spiritualità e di vita cristiana fra Diego decideva di chiudere, seppure temporaneamente, l’esperienza del V.E.O.S.P.S.S. e di rivificare il Venerabilis Ordo Sancti Sepulchri che aveva operato ininterrottamente dal 1365 al 2000, con serietà e vigore. In seguito a tale passaggio fra Diego assumeva la carica di Gran Maestro.�
Per la verità a Seborga operano altri due ordini, quello della Corona e quello di San Bernardo. Per quanto riguarda il primo, non si tratta di un ordine cavalleresco ma di un Ordine al merito. Cioè l’onorificenza viene data a soggetti che si siano distinti a livello di amministrazione del Principato. Il Principe onora queste persone meritorie donando loro il titolo di Cavaliere della Corona. Si tratta di una istituzione recente che non trova riscontro nel passato del Principato.
Per quanto riguarda l’Ordine di San Bernardo la situazione è simile. Si tratta di un ordine nazionale e cioè del Principato di Seborga. Anche esso è di nascita recente. Con ciò non dico nulla di negativo. Conosco molti cavalieri di San Bernardo e li ritengo persone squisite.
Ordine nazionale significa che esso non è cavalleresco ma è un ordine legato ad un territorio specifico, nella fattispecie Seborga. Al lettore va detto che il termine ordine cavalleresco va riferito a quelle strutture monastiche/militari che operavano in terra Santa nel medioevo ed alle loro discendenze. Per quanto riguarda il V.O.S.S. esistono documenti che attestano un ininterrotto operare dell’Ordine non solo a Seborga ma in tutta Europa ed in Oltremare. Ciò non può dirsi per l’Ordine di San Bernardo il quale è un ordine del Principato la cui missione principale è quella di costituire il corpo di guardia a difesa del Principe tanto è che esso può operare soltanto avendo il placet del Principe.
Mi scuso per essermi dilungato ma queste sono nozioni note a pochi ma doverose al fine di non creare fraintendimenti e fare di ogni erba un fascio.

Non credo che molti conoscano l’organizzazione di un Ordine. “Potrebbe spiegarci brevemente come è strutturato il Venerabilis Ordo Sancti Sepulchri?”

Il Venerabilis Ordo Sancti Sepulchri L’Ordine è strutturato in Priorie e Magioni. Una Magione è una struttura operativa composta da tre cavalieri mentre la Prioria costituisce è un territorio nel quale operano otto cavalieri. Ogni struttura operativa equestre ha un cappellano, che è un cavaliere prete, il quale si occupa della formazione spirituale e religiosa dei cavalieri.
L’Ordine oggi non ha territori da difendere; la sua azione di difesa è rivolta alla Chiesa Apostolica Romana ed alla figura del suo Sommo Pontefice. L’Ordine è impegnato in progetti di assistenza sulla base delle direttive impartite dal Gran Capitolo.
La sede storica si trova a Seborga in via Maccario, mentre la sede generale per l’Italia, che è anche sede legale, si trova a Busca in Via Roberto d’Azeglio, 3. La sede operativa è situata invece a Cuneo in Corso Dante, 11.
La carica di Gran Maestro è ricoperta da circa due anni da chi le sta di fronte e cioè fra Diego. Il motto che ho voluto dare al mio mandato è: “Testis Sum Agni” (traduzione dal latino: Sono un Testimone dell’Agnello).

“Dopo le turbolenze di cui ci ha accennato, quale è la situazione attuale dell’Ordine?”

R.: Il Venerabilis Ordo Sancti Sepulchri è un Ordine cattolico e laico a valenza religiosa. Si tratta di un Ordine Sovrano Militare in quanto nasce nel 1365 a Seborga come prosecuzione della Paupera Militia Christi, meglio conosciuta come Ordine del Tempio. L’Ordine è sovrano proprio in quanto non dipende da alcuna istituzione politica o territoriale. Il cavaliere al momento della sua investitura professa e promette obbedienza a Dio, alla Beata Vergine Maria ed al fratello Gran Maestro dell’Ordine in carica come ai suoi successori, secondo le Regole e le Istituzioni dell’Ordine.
Oggi mi sento di dire che, dopo avere effettuato una discreta pulizia all’interno, sono lieto di affermare che finalmente sono circondato da cavalieri meravigliosi per fede, dedizione, obbedienza e comportamento.

So che il vostro Ordine non è riconosciuto dalla Chiesa. “E’ vero che un Ordine deve essere riconosciuto per funzionare?”

R.: Il riconoscimento di un Ordine può avvenire fondamentalmente da parte di un altro Ordine o di un Governo. Il riconoscimento da parte di altri può fare piacere ma, nel caso non ci sia, esso non sminuisce od interrompe il funzionamento dell’Ordine stesso. Vediamo che cosa succede in politica per capire meglio ciò che sto dicendo: Israele è uno stato che esiste a tutti gli effetti. Il fatto che alcuni stati non lo riconoscano può fare piacere (ad alcuni) o dispetto (ad altri) ma ciò non cambia il fatto che Israele è uno stato sovrano che esiste ed opera.
Pertanto il fatto che il Venerabilis Ordo Sancti Sepulchri non sia riconosciuto oggi dalla Chiesa non significa che lo possa essere un domani; lo stesso dicasi per il Governo del Principato o per altri governi. Se da un lato il mancato riconoscimento può farci dispiacere, dall’altro ci lascia indifferenti in quanto ciò non muta la nostra missione, la nostra esistenza, e la nostra operatività. Un film può essere un bel film anche se non ha vinto l’Oscar.
Ritornano a quanto detto pocanzi, l’Ordine seborghino di San Bernardo, ad esempio, ha necessità di essere riconosciuto dal Principato in quanto ne è parte integrante. Esso non potrebbe mai e poi mai operare senza il consenso del Principe del quale ne costituisce la guardia d’onore. Ciò non succede con il V.O.S.S. in quanto esso non è un ordine al merito e neppure un ordine nazionale ma un ordine sovrano militare equestre.

Grazie per la sua disponibilità e per avere fatto chiarezza su temi a volte dibattuti e di non facile comprensione ai non addetti ai lavori.

P.R.

2018-01-07T17:30:11+00:00 14 Ottobre 2012|INTERVISTE, VARIE|