DICIAMO DI NO A RUFUS WAINWRIGHT AL FESTIVAL DI SANREMO.

DICIAMO DI NO A RUFUS WAINWRIGHT AL FESTIVAL DI SANREMO.

La partecipazione al festival di Sanremo di un cantante del calibro di Rufus Wainwright ha posto diversi interrogativi. Perché lo hanno invitato? Solo perché ha successo tra i giovani? Solo perché ne parlano bene Elton John e Boy George? Perché vende molti dischi? Noi riteniamo che le ragioni siano diverse e più profonde.

La coppia Rufus Wainwright e Jorn Weisbrodt

La coppia Rufus Wainwright e Jorn Weisbrodt

1) Si tratta di un soggetto gay progressista. Infatti Rufus è sposato con un signore di nome Jörn Weisbrodt, ed entrambi accudiscono la “loro” figlia Viva Katherine, concepita con Lorca Cohen, figlia del cantante Leonard Cohen, con procedura di utero in affitto. Insomma ci troviamo dinnanzi ad un fulgido esempio di un nuovo stile di moralità, una vera avanguardia di quella che secondo alcuni dovrebbe essere la famiglia del futuro. Non ci vuole molto a ipotizzare quali siano stati gli appoggi, i sostegni, le pressioni alla base del suo invito.

2) Perché le lobby gay stanno cercando in tutti i modi di distruggere gli schemi classici della vita a due, il concetto tradizionale di famiglia, di religione, di moralità e l’Italia costituisce ancora, in Europa, un discreto baluardo a questa ondata disgregante. Cosa c’è di meglio, allora, che invitare in una trasmissione con una enorme platea televisiva un personaggio che ha cantato “Gay Messiah” in una blasfema rivisitazione della Crocifissione di Gesù Cristo? Ma chi ha deciso che gli Italiani debbano sponsorizzare il viaggio e la esibizione di un simile personaggio al festival di Sanremo?

Dinnanzi ad un numero crescente di provocazioni cui gli utenti RAI devono sottostare, a nostro avviso, non basta più manifestare il proprio dissenso a parole. Neppure spegnere la televisione ci pare essere una risposta efficace. Riteniamo che sia venuto il tempo per passare a forme di contrasto più incisive e decise.

FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE AI VERTICI RAI: clicca qui

2018-01-06T00:16:10+01:00 15 Febbraio 2014|VARIE|