ABBIAMO PERDUTO TUTTO? ANCHE L’ONORE?

ABBIAMO PERDUTO TUTTO? ANCHE L’ONORE?

Monastero della Trasfigurazione. Santa Caterina (Egitto). Fino a quando resisterà? Stiamo facendo qiualcosa di concreto in difesa dei monaci che colà risiedono?

Monastero della Trasfigurazione. Santa Caterina (Egitto). Fino a quando resisterà? Stiamo facendo qiualcosa di concreto in difesa dei monaci che colà risiedono?

Abbiamo perduto tutto … anche l’onore? Questa è la domanda che oggi assilla il Tempio. Se non abbiamo ancora perso l’onore è perché in Medio Oriente sparute comunità continuano a testimoniare la loro fede in Cristo spesso con il loro martirio.

Ad Aleppo questa chiesa è stata distrutta, molti i morti, ma questi giovani ci fanno capire di che pasta sono fatti i Cristiani di Aleppo.

Ad Aleppo questa chiesa è stata distrutta, molti i morti, ma questi giovani ci fanno capire di che pasta sono fatti i Cristiani di Aleppo.

Lo stesso dicasi per quei gruppi di monaci che In Siria, Iraq, Afganistan e nel Sinai si ostinano a presidiare luoghi di culto millenari incuranti dei rischi mortali cui vanno incontro.

Che cosa dire dei Cristiani dell’emisfero occidentale i quali, dimostrando scarso interesse per le vicende Medio Orientali, di fatto lasciano perire i loro confratelli in Cristo? Che cosa dire di quei Cristiani i quali, facoltosi e non, ma accomunati da un’ignavia imperante, non muovono un dito per portare un aiuto concreto ai correligionari che si trovano in grave e imminente pericolo di vita?

Probabilmente diranno che loro sono per la pace! Che la nostra religione ci insegna a porgere l’altra guancia e a perdonare. Oppure diranno semplicemente che il Medio Oriente non interessa a loro.

La scure dell'ISLAM più becero e criminale si abbatte anche oggi.

La scure dell’ISLAM più becero e criminale si abbatte anche oggi.

Una volta si diceva “lontano dagli occhi è lontano dal cuore”. Ne consegue che forse sarebbe meglio non sapere delle atrocità commesse in Medio Oriente, non vedere le gole tagliate e le persone crocifisse. Ma oggi ci sono i mass media. Ci pensano loro a riportare ogni giorno, spesso all’ora di pranzo e con dovizia di particolari queste quotidiane tragedie.

Qualcuno dirà: ma che fastidio questi Cristiani di Siria, di Iraq … se non ci fossero Cristiani in MO forse sarebbe meglio, no? Sarebbe meglio che quegli arabi non si fossero mai convertiti al Cristianesimo.

Di fronte a tali scemenze va detto a coloro che non sanno o che volutamente non ricordano, che i Cristiani di etnia araba vivevano in Medio Oriente da oltre sei secoli quando arrivarono le orde di Maometto.

Altri diranno: il Medio Oriente è lontano; a noi Europei “che ce ne frega” di cosa avviene la! Altri ancora: ma lì se le sono sempre date, e poi da noi queste cose non succedono.

Non crediamo serva un commento.

Non crediamo serva un commento.

Parliamo ora di Europa: l’Europa della democrazia greca, del diritto romano, della Magna Carta, del Bill of Rights, dell’Illuminismo, della Rivoluzione francese, dei Diritti e dei Doveri, delle Carte dei Diritti del Cittadino, dei Diritti dell’Uomo … Parliamo di questa Europa che oggi vede nel vicino MO solo la proiezione dei propri interessi economici spiccioli e particolari. “Pensa te, se la Turchia entrasse in Europa quanti frigoriferi potremmo vendere… e quante lavatrici…”.

E poi vi è la Chiesa di Roma. Assolutamente buona e misericordiosa. Secondo alcuni troppo buona, forse troppo misericordiosa. E’ certamente nobile avere buone intenzioni e cercare doi comprendere l’Altro. Ma se l’albero si giudica dai suoi frutti, dobbiamo ammettere che i frutti di questo Islam del Califfato dell’Iraq e del Levante sono tossici, puro veleno.

Questa foto ha 100 anni. Oggi la posizione dei governanti turchi nei confronti di IS o ISIL o ISIS che dir si voglia non pare chiara. Un secolo fa fu certamente molto chiara la posizione contro i Cristiani di Armenia.

Questa foto ha 100 anni. Oggi la posizione dei governanti turchi nei confronti di IS o ISIL o ISIS che dir si voglia non pare chiara. Un secolo fa fu certamente molto chiara la posizione contro i Cristiani di Armenia.

L’Outremar vale a dire quella terra tragica posta al di là del nostro bel mare, terra di avamposti spirituali, terra di aspre e cruente battaglie continua ad esistere anche se si tratta di una terra polverosa che oggi evoca solo indifferenze… a meno che non si parli del petrolio iracheno o libico oppure delle risorse idriche del Kurdistan, o del progetto di una Grande Turchia, o della necessità di avere basi militari che guardino ad Oriente.

E con tutti questi problemi incalzanti dove è la Cavalleria di Cristo?

Stendardo della Confederazione Templare "Bernard de Clairvaux".

Stendardo della Confederazione Templare “Bernard de Clairvaux”.

Noi riteniamo che la nostra vecchia e cara Europa debba accettare la sfida. Alla domanda: abbiamo perduto tutto … anche l’onore dobbiamo dare una risposta forte. Ne consegue che il Tempio, l’Ospedale e i fratelli Teutonici riflettano seriamente e rapidamente su che cosa sta succedendo in Medio Oriente avendo bene a mente che “si può perdere tutto … ma non l’onore”.

2018-01-05T23:42:36+00:00 06 Dicembre 2015|ARCHIVIO, VARIE|