OPERAZIONE “MARE NOSTRUM”

OPERAZIONE “MARE NOSTRUM”

Un grande gommone con numerosi immigrati a bordo nelle acque del Canale di Sicilia.

Operazione Mare Nostrum: la Marina Militare Italiana continua nella operazione “Mare Nostrum” dando un grosso contributo al successo delle offerte di viaggio delle bande criminali che spediscono in Europa decine di migliaia di clandestini (da noi pomposamente chiamati “Migranti”).

Inghilterra ed Italia hanno indubbiamente due modi diversi di intendere le operazioni militari.

Mentre i combattenti della regione del Kurdistan stanno lottando contro le forze meglio armate di Stato Islamico, che ha spazzato tutto l’Iraq settentrionale dal giugno, spingendo indietro le forze curde e costringendo decine di migliaia di yazidi e di cristiani alla fuga, il Presidente Cameron ha detto Domenica che la Gran Bretagna dovrebbe usare il suo potere militare per affrontare Stato islamico in Iraq e in Siria per impedire la creazione di “uno stato terrorista sulle sponde del Mediterraneo“.

Lunedì Cameron ha poi cercato di minimizzare le sue intenzioni per non spaventare l’opinione pubblica inglese circa una eventuale nuova guerra. Tuttavia il Ministro della Difesa britannico Fallon ha detto, relativamente alle operazioni britanniche in nord Iraq: “Questa non è semplicemente una missione umanitaria“.

Mentre gruppi di militari inglesi sfidano la morte nel sole del deserto iracheno per consentire a Yazidi e Cristiani di vivere e di scappare, la nostra Marina manda lanciamissili e le fregate nel canale di Sicilia a raccattare i gommoni, dando così un forte contributo al successo delle bande criminali che inviano clandestini (pardon: migranti) in Europa.

PS: tutti i nostri marinai nel canale di Sicilia hanno stipendi doppi poiché sono in missione. So everybody must be happy.

2018-02-17T01:20:50+00:00 17 febbraio 2018|ARCHIVIO, VARIE|