IL VOSS E LE ELEZIONI 2019 A SEBORGA

IL VOSS E LE ELEZIONI 2019 A SEBORGA

Come è noto, anche se alcuni amici hanno chiesto al Priore del Venerabilis Ordo Sancti Sepulchri di candidarsi e prendere parte alla “elezioni del Principe di Seborga” egli non vi parteciperà, pur avendone titolo.

La posizione del Priore, sostenuta da tutto il Capitolo dei Cavalieri, è ben nota. La forma elettiva non si concilia con i caratteri peculiari di un Principato.

Il rischio è che il persistere in questa iniziativa bislacca porti soltanto a un clamoroso autogol e alla autodistruzione della tradizione plurisecolare secondo la quale il Principe era nominato da un Abate e in sua assenza dal Capitolo. L’Ordine per ora starà a guardare pronto ad intervenire nella vicenda, quando lo riterrà opportuno, in virtù della sua storia, delle sua posizione di Ordine sovrano e di garante delle tradizioni equestri del Principato.

Tanto per intenderci  sarebbe come se in Inghilterra, alla morte della regina, ci fossero le votazioni tra la popolazione per la proclamazione del nuovo monarca. Se così fosse la tradizione monarchica britannica andrebbe persa e sostituita dalla repubblica.

Per questo motivo, assieme ad un gruppo sempre più nutrito di Cavalieri e Dame che costituiscono assieme ai Seborghini residenti in Seborga il “popolo” del Principato, il Consiglio giuridico dell’Ordine attenderà fiducioso che si metta mano all’art. 1 degli Statuti Generali del Sovrano Principato di Seborga erroneamente e improvvidamente modificati qualche anno addietro da persone incompetenti in materia di diritto nobiliare. Ciò in quanto, così come è oggi, lo stato di Seborga pare più  una repubblica e non un principato.

Nel caso tutto resti immodificato e non si tenga di queste osservazioni fatte nostre in seguito al parere di esperti internazionali di diritto

nobiliare, certamente noi non staremo con le mani in mano. E’ intenzione dell’ordine, per il ruolo che occupa a Seborga e cioè di garante della tradizione cavalleresca seborghina, permettere che la leggerezza di scelte del passato possa mettere in pericolo il futuro del Principato. Non tollereremo neppure che in questo territorio operino soggetti che attraverso associazioni non riconosciute e una confusione di nomi e di sigle simili alla nostra contaminino il nome del Venerabilis Ordo Sancti Sepulchri, l’Ordine Sovrano dei Cavalieri bianchi di Seborga.

 

Per il Consiglio giuridico dell’Ordine: il Cancelliere Cav. Avv. Giacomo Tommaso Beltrutti di San Biagio

 

 

 

 

2019-10-22T11:15:40+00:00 22 Ottobre 2019|ARCHIVIO, COMUNICATI, DOCUMENTI, ULTIME NOTIZIE, VARIE|