V.O.S.S.

V.O.S.S. 2018-01-09T01:21:11+00:00

V.O.S.S. è il nome corto del Venerabilis Ordo Sancti Sepulchri che in italiano suona “Venerabile Ordine del Santo Sepolcro” (o di Seborga), conosciuto anche in modo più familiare come l’Ordine dei Cavalieri Bianchi di Seborga. Il V.O.S.S. è Ordine Equestre Sovrano di tradizione Militare che trae le proprie origini storiche in Seborga; esso è erede della Paupera Militia Christi, la cavalleria monastica cistercense.
Il V.O.S.S., operante dal 1365 ad opera di Pons Lance, abate lerinense e Principe di Seborga, nasce per dare una casa ai cavalieri erranti e raminghi negli anni seguenti il processo e la sospensione dell’Ordine del Tempio. Esso è oggi perfettamente inserito nella tradizione cristiana romana di cui si sente paladino. Il V.O.S.S. non va confuso con altre associazioni, confraternite, istituzioni, onlus o quanto altro di recente costituzione, operanti con modalità difformi sia rispetto alla linea di investitura tradizionale che rispetto alle finalità originarie.
La nostra Tradizione Cavalleresca poggia su sicure basi storiche documentate e su comportamenti trasparenti che fanno riferimento al trinomio Fede in Cristo, Umiltà e Obbedienza. Essa è ben nota agli studiosi in materia e non può essere messa in discussione da chicchessia. Il V.O.S.S. non è a caccia di proseliti, conscio del fatto che non è il numero ma la qualità dei Cavalieri a dargli lustro.

L’origine del nome

L’Ordine prende il nome di “Santo Sepolcro” in quanto, anticamente, questa località dell’entroterra della riviera ligure di ponente era denominata “Castrum Sepulchri” (cioè Castello presso il Sepolcro). Una lunga serie di documenti ecclesiali si riferiscono a Seborga come appunto al “sepulchrum” (sepolcro). Varie sono le ipotesi circa il motivo per cui questo paese è stato chiamato “sepulchrum”.

Il passaggio al V.E.O.S.P.S.S. e il ritorno al V.O.S.S.

Nell’anno 2000 A.D., il fratello Giorgio Carbone, Maestro del V.O.S.S. in carica decideva di rendere meno severe le regole dell’Ordine e dava vita così al V.E.O.S.P.S.S. Nel 2011, successivamente alla sua morte, la nuova maestranza, sotto la guida del fratello Diego, prendeva atto del fallimento di questo progetto e decideva di ritornare alla regola originaria. Ecco perché, a distanza di soli 11 anni da queste modifiche messe in atto in seno all’Ordine dei Cavalieri Bianchi di Seborga, il Cav. Diego, in qualità di Gran Priore in carica del V.E.O.S.P.S.S., ha ritenuto che l’esperienza del V.E.O.S.P.S.S. dovesse fermarsi (almeno temporaneamente). Le motivazioni di questa sospensione del V.E.O.S.P.S.S. (di cui il fratello Diego continua ad essere Gran Priore) e della contemporanea riattivazione del V.O.S.S., sono dovute alla necessità di mantenere inalterata la missione originaria dei Cavalieri Bianchi di Seborga e contestualmente di difenderla da attacchi che in quegli anni giungevano da più parti. Pertanto nel 2011 A.D., sotto la guida del fratello Cav. Diego, si ritornava nel V.O.S.S. e si ripristinavano basi più selettive e rigorose sia nell’arruolamento che nella militanza all’interno dell’Ordine.

Ordini “Ospitalieri” e Ordini “Combattenti”

Come già ricordato il V.O.S.S. è un Ordine Equestre Sovrano di tradizione militare. Infatti, nel Medio Evo, non faceva parte della cavalleria cosiddetta “Ospitaliera” cioè dedita al trasporto ed assistenza ai feriti e malati ma di quella “Combattente”. Oggi, a distanza di nove secoli dal periodo delle Crociate, molte cose sono cambiate nella società e la spada che i cavalieri portano alla cintola ha solo più una valenza simbolica. Resta certamente lo spirito “combattente” espresso in modo completo e magistrale da San Bernard de Clairvaux nel “De Laude Novae Militiae ad Milites Templi”.

Combattere la Guerra Giusta

La “Guerra Giusta” (che non è una “Guerra Santa”) che il Cavaliere oggi vuole condurre non è contro qualcuno in particolare; è una lotta condotta prevalentemente a livello spirituale. Certamente noi ci consideriamo da secoli difensori della Chiesa di Cristo e dei suoi fedeli ovunque essi si trovino, anche se ovviamente siamo più legati per questioni storiche agli avvenimenti del Medio Oriente. La nostra lotta è certamente contro il male, contro le forze delle tenebre, le brutte abitudini di ognuno, in difesa delle nostre tradizioni europee Giudaico/Cristiane, del diritto alla vita e dei soggetti fragili.

I prerequisiti per entrare nel V.O.S.S.

Se tu possiedi una condotta di vita caratterizzata dalla disciplina, umiltà, carità, abnegazione, se sai cosa vuol dire essere fedele e ubbidireallora puoi essere preso  in considerazione per intraprendere la via del V.O.S.S. Ciò unitamente a una forte fede in Cristo, che noi definiamo “incrollabile” e una assoluta lealtà verso il Papa. Oggi l’Ordine è aperto anche a individui sposati e, per certi ruoli, anche alle donne. Fare parte dell’Ordine costituisce, nella nostra società contemporanea relativista e materialista, scarsamente attenta ai problemi dello spirito, una scelta precisa di militanza attiva tra le forze della Luce. A coloro che manifestano il desiderio di entrare diciamo : “non pensate a che cosa l’Ordine può fare per Voi ma pensate piuttosto a che cosa Voi siete in grado di fare per l’Ordine!

I nostri indirizzi

Sede Generale dell’Ordine: V.O.S.S., Via Roberto d’Azeglio, 3 – 12022 Busca/CN.

Sede Storica dell’Ordine: V.O.S.S., Via Maccario, 7 – 18012 Seborga/IM.

Sede Operativa dell’Ordine: V.O.S.S., Corso Dante Alighieri, 11 – 12100 CUNEO.

Per informazioni via e.mail: sanctisepulchri@gmail.com

Per la associazione: Amici del V.O.S.S., Corso Dante Alighieri, 11 -12100 Cuneo.