DELEGATI

DELEGATI 2018-01-08T19:49:38+00:00

Il Maestro Generale ha facoltà di nominare “motu proprio” alcune cariche scegliendo l’incaricato tra i Priori o tra i Cavalieri. La prassi vuole che il Maestro Generale consulti i Priori anche in modo informale (cioè al di fuori di un Gran Capitolo) circa i nomi da scegliere. Nel corso del Convento tenutosi a Busca (CN) in data 21 Settembre 2013 il Gran Maestro ha decretato le seguenti cariche:

Gran Precettore : è il termine che viene dal dato a quel Priore o Cavaliere il quale, su nomina da parte del Gran Maestro, riceve l’incarico di istruire ma anche di vigilare affinché il comportamento dei fratelli sia chiaro, umile, obbediente ed uniforme a quanto stabilito negli statuti dell’Ordine ed ancora di più nella Regola.
Il termine è di derivazione latina. “Praeceptor” è un termine composto da “prae” e “cipere”; sta ad indicare  “colui che istruisce” ma anche “colui che osserva l’attuazione delle regole”. La carica è affidata al fratello Cav. Giuseppe (Beppe) Beltrutti di San Biagio il quale assume il ruolo di Grande Ufficiale dell’Ordine. Il fratello Giuseppe ricopre anche la carica di Maestro Generale supplente.

Gran Siniscalco: è il termine che viene dato a quel Priore o Cavaliere il quale, su nomina da parte del Gran Maestro, riceve l’incarico di difendere e conservare il “Bouceant”, che è lo stendardo Bianco-Nero dell’Ordine, ed i “Sigillo dell’Ordine”. Il termine è di derivazione latina e sta a indicare “il più vecchio servitore” (in latino seniscalcus): Solitamente lo si da ad un priore anziano. Attualmente il Gran Siniscalco prenderà in consegna il Bouceant dell’Ordine (bandiera per metà nera, in alto e per metà bianca, in basso con al centro la rossa croce della Povera Militia) mentre per quanto riguarda il sigillo dovremo farne realizzare uno al più presto.
La carica è affidata a fratello Cav. Giovanni Calosso il quale assume il ruolo di Grande Ufficiale dell’Ordine. Il fratello Giovanni ricopre anche la carica di Maestro di Casa.

Gran Maresciallo: è il termine dato dal Maestro Generale a quel Priore o Cavaliere il quale riceve l’incarico di essere responsabile della disciplina durante i Conventi del Capitolo Generale dell’Ordine. Ha il compito di sovraintendere affinché le direttive emanate dal Maestro Generale siano eseguite. Nel passato il Gran Maresciallo era il responsabile delle scuderie. Oggi, in assenza di cavalli, il suo ruolo è quello di  occuparsi dell’ordine e dell’attrezzatura dei Cavalieri. Nel passato era anche custode, oltre che dei cavalli, anche del bottino di guerra e delle armi dei Cavalieri. Il termine maresciallo deriva dal latino “marescalcus”, parola che nasce dalla combinazione di due termini “marck” (che in gaelico indica cavallo)  e” scalcus (che in latino indica servitore). E’ curioso il fatto che anche in lingua araba il termine suona simile in quanto composto di “marah” (cavallo) e “skalk” servo.

La carica è stata affidata a fratello Cav. Pier Luigi Capra il quale assume il ruolo di Grande Ufficiale dell’Ordine.

Gran Cancelliere o Gran Segretario : è il termine che viene dato a quel Priore o Cavaliere il quale, su nomina da parte del Gran Maestro, riceve l’incarico di occuparsi della Segreteria Generale dell’Ordine. Il Gran Cancelliere si occuperà della realizzazione dell’anagrafe dell’Ordine e della tenuta scrupolosa dei vari libri dell’Ordine così come indicato nello statuto.

La carica è affidata al fratello Cav. Giacomo Tommaso Beltrutti di San Biagio il quale assume il ruolo di Grande Ufficiale dell’Ordine.

e.mail della Cancelleria: cancelleria.voss@sanctisepulchri.org

Gran Visitatore: è il termine che viene dal dato a quel Priore o Cavaliere il quale, su nomina da parte del Gran Priore, riceve l’incarico di “andare a vedere”. Ciò in quanto il termine “visitare” deriva “dal latino “visere” che significa appunto “andare a vedere”. Si tratta quindi della carioca di “Grande Ispettore”. Ispettore, dal latino “inspicere” sta ad indicare “guardare dentro”. E’ l’inviato del Gran Priore con compiti di verifica e controllo sull’operato delle Case, delle Priorie e della Magioni. Si tratta anche in questo caso di un incarico delicato in quanto a lui dovrà essere garantito l’accesso senza riserve a qualsiasi documento.

La carica attualmente è affidata al fratello Cav. Ignazio Soddu il quale assume il ruolo di Grande Ufficiale dell’Ordine. Il fratello Ignazio ricopre anche la carica di Capitano delle Guardie.

Grande Ospitaliere : è il termine che viene dato a quel Priore o Cavaliere il quale, su nomina da parte del Gran Maestro, riceve un duplice incarico. Il Fratello Grande Ospitaliere h al’incarico di tenere costantemente informato il Gran Maestro circa i fratelli che dovessero essere colpiti da malattia od infortunio o che a causa di motivi di salute si trovassero in stato di necessità.
Il fratello Grande Ospitaliere ha un secondo incarico che è quello di occuparsi di tutto quanto attiene agli aspetti organizzativi connessi alle visite del Gran Maestro alle diverse Priorie. La carica viene affidata al fratello Cav. Marco il quale assume il ruolo di Grande Ufficiale dell’Ordine.

Grande Elemosiniere: è il termine che viene dato a quel Priore o Cavaliere il quale, su nomina da parte del Gran Maestro, riceve un incarico duplice e cioè quello di ricercare e custodire l’ “elemosyna“ (termine latino che sta ad indicare “avere compassione per gli altri”). Oggi con il termine Elemosiniere ci si riferisce a colui che è responsabile del reperimento dei fondi e della custodia dei beni dell’Ordine. L’altro incarico insito nel ruolo di Grande Elemosiniere è quello di sovraintendere al buon funzionamento delle cerimonie dell’Ordine in cui sia presente il Gran Maestro.

La carica è affidata al fratello Cav. Franco Iacopini il quale assume il ruolo di Grande Ufficiale dell’Ordine.

Cappellania: è l’organo costituito da religiosi i quali ricevono dal Gran Maestro l’incarico di curare e sovrintendere il percorso spirituale dell’Ordine e dei singoli membri. Si tratta di un gruppo di religiosi che opereranno al fine di coordinare e indicare il percorso di fede dei Cavalieri.

Sono membri della Cappellania i fratelli Cav. Don Paolo C., Don Gianni B., Don Michele M.